La storia

Storia Castello di Policoro

LA STORIA

Edificato sulle fondazioni di un antico e imponente tempio sulla punta orientale dell’acropoli delle colonie greche di Siris ed Heracleia, il Castello di Policoro domina la costiera Jonica e la piana circostante. La sua origine è accreditata all’ordine monastico dei Basiliani, che attorno alla metà del VIII secolo D.C costruirono un centro fortificato con connotazione agricola.

Il Castrum, del quale si ha notizia già in documenti del XII secolo, quando la chiesa di San Pietro venne indicata come nuovo centro di Pollicorum (dal bizantino “vasta pianura”) venne modificato nel XIII secolo, durante il quale divenne un importante centro strategico, fino a fiorire nel suo massimo splendore sotto Federico II, che lo scelse come sede del suo Parlamento per l’assise che decise la spedizione contro le città ribelli della Sicilia del 1231 e del 1233.

Il Castello di Policoro si conferma così come importante sito storico per la cultura dell’Italia meridionale, sotto l’egida dell’Imperatore che più di tutti riformò la politica e la società del suo tempo, lasciando a Policoro tracce indelebili di quell’impronta culturale passata.

Nei successivi secoli il monastero passò dalla gestione dei monaci Basiliani a quella dei monaci Benedettini, che la cedettero infine all’ordine dei Gesuiti, che trasformarono il vecchio complesso nel casale fortificato sito sull’antico Castrum. Le modifiche strutturali sono ben rappresentate da una stampa del XVIII secolo nel quale si notano l’assenza di uno dei piani dell’edificio,

il campanile che infrange la linea dei tetti, una torre quadrata con quattro torrette che ne sovrastano gli angoli superiori. Dall’angolo nord-ovest del Castello sono visibili tutt’oggi i contrafforti alla base della torre. La principessa Maria Grimaldi Gerace Serra acquistò il Castello nel 1791, trasformandolo in una residenza nobiliare.

Com’era d’uso all’epoca, fece demolire l’antica torre simbolo di un’epoca difensiva ormai tramontata e caratterizzò l’estetica della facciata principale secondo lo stile settecentesco dei palazzi progettati in tutta Europa secondo i gusti esigenti della nobiltà. Nel 1893 il Castello di Policoro con tutte le proprietà terriere annesse, divenne proprietà del Barone Berlingieri di Crotone, che lo rese un casale di caccia intervenendo significativamente sull’aspetto dell’edificio e conformando così il suo assetto architettonico attuale.

Nel 1984 il Castello viene dichiarato bene culturale con un Decreto Ministeriale: dopo decenni di incuria e abbandono la struttura è stata recentemente oggetto di interventi mirati al completo restauro funzionale e conservativo, che lo hanno riportato alla sua antica bellezza.

Grazie alle opere di restauro è stato possibile scoprire e porre  in risalto la pregevolezza dei materiali originari, appartenenti all’antico tempio sul quale il Castello è stato edificato secoli addietro, e l’incantevole fascino degli spazi sia interni che esterni, che caratterizzano l’imponente edificio, in particolare la Corte Interna e le gallerie.

Articoli recenti

CASTELLO DI POLICORO
Largo Castello, 1 - 75025 Policoro (MT)
Telefono e fax: 0835 981473
Cell: 339 6783300 / 335 286752
Email: info@castellodipolicoro.com
P.IVA: 01302200777 | SIRI GEST S.R.L.